28 settembre – LL 35 km

Per oggi la tabella prevedeva IL lunghissimo, occasione per testare con Cristian tutti i dettagli in vista della maratona di Venezia: colazione leggera ma con buon carico di carboidrati, abbigliamento da gara, scarpe quasi nuove (solo 36 km all’attivo) ma già provate su ritmi identici al 5’20”-5’30” in programma per oggi.

Alla nutrita compagnia (Fabio, Gianni e Max, oltre a me e mio fratello) si è aggiunto a sorpresa Angelo, al rientro dopo qualche mese. All’inizio della ciclabile che da Sale di Gussago porta verso l’abbazia di Rodengo abbiamo salutato Angelo, proseguendo verso il centro di Gussago e la strada che porta poi a Ronco (prima fontanella, al km 6,5) e a Padergnone; a Rodengo, salutato anche il resto della truppa, io e Cristian abbiamo preso il sentiero che costeggia la strada per Ome, sul quale ci siamo imbottigliati incrociando un gruppetto di bikers “compaesani” della Freebike. Da lì ci siamo diretti verso Monticelli Brusati (seconda fontanella, km 13), quindi Valenzano (terza fontanella, km 16), Passirano (quarta fontanella, al km 21), Paderno (ultima fontanella del percorso, km 24) e Ospitaletto, dove mio fratello aveva lasciato fuori da casa (km 29,5) una bottiglietta di Polase sport che abbiamo tracannato prima di tornare verso la strada delle cave che riporta a Castegnato.

Poco dopo il km 30 ho accusato una piccola crisi (nonostante le gambe tenessero egregiamente), risolta camminando per due tratti da 200 metri dopo il km 31 e dopo il km 32. Un’altra breve camminata dopo il km 34, e un ultimo tratto per chiudere i 35 poco dopo la fontanella in piazza a Castegnato, in attesa di mio fratello che ha concluso i 36.

Posted in Allenamenti | Tagged , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

27 settembre – CLR 7 km

Uscita in completo relax in attesa del lunghissimo in programma per domani.

Posted in Allenamenti | Leave a comment

25 settembre – CL 10 km con AL 10x100m

All’appuntamento delle 5:58 al semaforo con Fabio e Massimo ero puntuale, ma ancora mezzo addormentato: uscita da minimo sindacale, 10 km con una decina di allunghi da 100 metri.

Posted in Allenamenti | Tagged , , , , | Leave a comment

24 settembre – CLR 8 km

Uscita tranquilla, da solo e con le cuffiette (stamattina, un live degli Iron Maiden).

Posted in Allenamenti | Leave a comment

23 settembre – CL 10 km

Rientro soft di Massimo, dopo l’infortunio che l’ha tenuto forzatamente a riposo per la maratona dell’acqua: stamattina 10 km insieme a Fabio, senza forzare.

Posted in Allenamenti | Tagged , , , , | Leave a comment

22 settembre – CLR 7 km

In attesa di concludere il post sulla maratona dell’acqua (e del caldo!) a staffetta di ieri, già stamattina ero in giro per una corsetta defaticante attorno al colle di S. Anna, durante la quale ho provato le nuove Asics Gel Nimbus 16.

Ottime le scarpe, almeno per questa prima breve uscita, e in buono stato anche le gambe. Il tentativo di correre un km sotto i 5′ mi ha lasciato un tantino in affanno, ma per il resto la “cotta” presa ieri non ha lasciato particolari strascichi. Speriamo in bene!

Posted in Allenamenti | Comments closed

21 settembre – Maratona dell’acqua a staffetta (seconda frazione)

Nonostante la partenza in orario decisamente fuori standard (i bookmakers Libertas davano Cristian attorno all’ora e 35, quindi io sarei partito alle 10:50), la giornata della Maratona dell’acqua a staffetta è iniziata prestissimo: prima delle 6:30 sono passato a prendere il mio amico Gino (pacer delle 4 ore e 30 in maratona), bloccato a Brescia a causa del ventilato sciopero di Trenord, per accompagnarlo a Castegnato e salutare i primi frazionisti della nutrita combriccola Libertas prima della loro partenza verso Pisogne.

Più tardi sono passato a prendere Giorgio e, a Iseo, gli altri staffettisti coi quali abbiamo raggiunto, in traghetto, la zona cambio a Tavernola Bergamasca. Nonostante un gradevole venticello, la temperatura non era delle migliori per correre (scoprirò poi che già a Pisogne, alle 9:20, c’erano già 26 gradi) e l’umidità ancora meno, motivi in più per non esagerare e mantenere sotto controllo il ritmo.

Un caffè, un giro negli spogliatoi e una breve fila nei bagni chimici, e via a vedere il passaggio dei maratoneti e l’arrivo dei primi frazionisti, in attesa della prima divisa Libertas tra i numerosi partecipanti (tre maratoneti, più cinque staffette complete e un secondo frazionista). Succede tutto nello spazio di 36 secondi: poco dopo lo scoccare dell’ora e 37 di gara passa Pietro (pacer delle 3:15′, in perfetto orario), a poca distanza Fabio e Daniele, e subito dietro mio fratello Cristian, visibilmente stanco e in cerca della zona cambio.

L’intenzione per i primi 10 km è quella di non strafare, e non scendere sotto i 48′ registrati a Monza la scorsa settimana. Nonostante veda Fabio a qualche decina di metri, so che ha un ritmo ben diverso dal mio e non cerco di raggiungerlo. Tuttavia, nei primi tre km recupero ugualmente il distacco e mi affianco per qualche centinaio di metri, prima di ridurre leggermente l’andatura all’imbocco della galleria ed assestarmi poco sopra i 4’50” al km. Il percorso è leggermente ondulato, nonostante fiancheggi il lago, ma la disponibilità dell’intera strada permette di seguire la traiettoria migliore.

All’uscita della galleria niente più venticello, e noto che il caldo comincia a farsi sentire: in molti seguono il ciglio sinistro della strada, più ombreggiato. Corro qualche km in compagnia di Simone, e inizio a soffrire un po’ il caldo: il respiro si fa via via più affannoso, e l’effetto rinfrescante della bottiglietta d’acqua versata in testa al ristoro del 9° km (il 30° della maratona) dura fin troppo poco. Resisto un altro po’, grazie anche al sollievo dello spugnaggio un paio di km dopo, ma già al km 13 mi sento un po’ troppo “cotto”: cammino per una cinquantina di metri prima di riprendere, apparentemente bene, fino al ristoro successivo (km 14,5 circa). Poco prima del ristoro vengo sorpassato da Andrea, secondo frazionista della squadra “Erano biondi”, che prima della gara era data alla pari con la “Fratelli di taglia” di mio fratello e me.

Un km circa dopo il ristoro tiro definitivamente i remi in barca, alternando un km di corsa (poco sopra i 5′ al km) con un centinaio di metri al passo fino ad Iseo dove, grazie anche ad una leggera discesa, riprendo a correre costantemente ad un ritmo decente. Nel frattempo vengo superato anche da Andrea B., altro atleta Libertas in cerca del personale sulla mezza (sperava in un under 89′, saprò più tardi che il caldo non gli ha permesso di abbassarlo).

In un tratto da percorrere nei due sensi, dall’altro lato della strada (qualche centinaio di metri davanti a me nel percorso) vedo Fabio e Daniele, quasi al termine della loro maratona, piuttosto provati, tanto che arriviamo praticamente insieme sul traguardo.

Il mio tempo finale è risultato di 1:49’52”, per un tempo di squadra complessivo di 3:27’38” (3:27’08” il real time), a poco meno di 7′ dagli “Erano biondi” (Gianni e Andrea) e con 15′ e di vantaggio su “I Bagianì” (i fratelli Cittadini). Con un po’ di apprensione abbiamo atteso l’arrivo di Giorgio, bloccato da un dolore al polpaccio che è riuscito a tenere a bada solo correndo molto lentamente per… 19 km!

Volendo per forza trovare un lato positivo a questa gara, sono soddisfatto di essere riuscito a tenere esattamente il ritmo prefissato, diversamente da come ho fatto praticamente in tutte le mezze di quest’anno. Per il resto, anch’io ho pagato il caldo e l’umidità che hanno fatto saltare i piani di molti “colleghi” impegnati nella staffetta e soprattutto nella maratona.

Posted in Gare | Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , | Comments closed

19 settembre – Di corsa verso l’altro

La garetta serale di beneficenza organizzata dalla scuola frequentata dai miei nipotini e dove lavorano mio fratello e mia cognata è stata un ottimo test in vista della mezza maratona che correrò domenica, come secondo frazionista (il primo sarà mio fratello Cristian) della maratona dell’acqua.

Nonostante i tempi un po’ ristretti per raggiungere Adro dopo il lavoro e prima della gara da un km prevista per i bambini (nella quale correrà anche mio nipote Davide), le operazioni di iscrizione sono state velocissime e alle 18:45 ero già in zona partenza, in tempo per vedere la partenza della gara “junior”.

Il gruppetto Libertas (Carlo, Davide e Sandro, oltre a me e mio fratello) si è dissolto poco dopo la partenza: io ho semplicemente corso a sensazione, cercando di mantenere costante lo sforzo percepito, senza badare troppo al tempo, se non per evitare di esagerare. Unico parziale “fuori standard” il 4’36” del quarto km, peraltro quasi completamente in discesa, durante il quale mi ha superato Davide. Il resto della gara è stato un susseguirsi di falsopiani, in parte anche su sterrato, fino alla salita finale che ci ha riportato davanti alla scuola.

La nota dolente è stata la conferma della voce diffusa subito dopo il nostro arrivo, ovvero di un “raid” nel parcheggio del santuario adiacente alla scuola, nel quale sono state aperte, fracassando i finestrini, almeno sei auto dalle quali sono stati rubati borse, documenti e denaro. Brutta conclusione, soprattutto per un evento del genere.

Il programma per domani prevede solo riposo, con una puntatina in auto a Pisogne per il ritiro dei pettorali per la maratona di domenica.

Posted in Gare | Tagged , , , , , | Comments closed

18 settembre – CL 10 km con AL 10x100m

Altra uscita molto standard, stavolta solo con Fabio e a un ritmo decisamente più allegro.

Posted in Allenamenti | Tagged , , , | Comments closed

16 settembre – CL 10 km con AL 10x100m

Uscita standard (10 km lenti con all’interno una decina di allunghi da 100 metri) con Fabio e Giovanni, come me reduci da una gara domenicale.

Le gambe sentitamente ringraziano…

Posted in Allenamenti | Tagged , , , , | Comments closed